Company Logo

Logo DFD LLP logo


NOTA BENE: Questo sito utilizza i cookie necessari allo svolgimento delle attività istituzionali.

La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione e l'autorizzazione all'utilizzo di tali strumenti.

Approvo
slide 1 slide 2 slide 3

rsz marchio accredia organizzazioni certificate 72rsz 1iso 9001 1 1

EDUCAZIONE ALLA SALUTE 

Referenti: Prof. Menconi Corrado, Lorenzo Dell'Amico.

“Per una scuola che promuove salute”

Le Organizzazioni internazionali per la salute da sempre identificano la scuola quale istituzione potenzialmente in grado di svolgere un ruolo cruciale nell'incidere sugli stili di vita e sui comportamenti, presenti e futuri, della popolazione giovanile. Promuovere a scuola la cultura della salute significa far prendere coscienza ai giovani delle proprie scelte, guidarli a far sì che la salute ed il benessere diventino veri e propri stili di vita. La scuola si configura, infatti, come luogo di apprendimento per eccellenza, come contesto privilegiato, per professionalità e strutture, per integrare conoscenze e capacità attraverso l'insegnamento di un curriculum sulla salute. Promozione viene quindi a coincidere con educazione, intesa come l'insieme di quelle attività e strategie che consentano alle giovani generazioni di assumersi responsabilità propositive nei confronti della propria salute e di quella della collettività.

In questa prospettiva il nostro Istituto si impegna ogni anno a realizzare percorsi e progetti atti a diffondere la cultura della salute e del benessere e a migliorare la qualità della vita all'interno del sistema scolastico per alunni, genitori e docenti che in esso operano quotidianamente. Finalità generale, quella di favorire lo sviluppo tra gli alunni di abilità cognitive e sociali che li mettano in grado di accedere, capire e usare le informazioni utili per il proprio benessere personale e sociale. Le nostre proposte prevedono esperienze formative in grado di far acquisire ai giovani un set adeguato di life skills, ossia di abilità e abitudini di vita, capacità di scelta, strategie metacognitive, che li rendano capaci di sviluppare comportamenti positivi ed efficaci rispetto alle domande e alla sfide della vita quotidiana.

Queste, nello specifico, le life skills che, attraverso i nostri progetti, intendiamo prioritariamente implementare:

 stella salute

PROGETTI EDUCAZIONE ALLA SALUTE A.S. 2019-2020 

Il servizio di Educazione alla Salute del nostro Istituto, in collaborazione con l’ASL e le associazioni ed enti preposti alla prevenzione presenti sul territorio mira, dunque, a promuovere nella scuola situazioni di benessere, di agio e di motivazione che si traducano in comportamenti consapevoli  e responsabili attraverso i seguenti progetti:

 

A- Progetto Centro Sportivo Scolastico

Attività di gruppo sportivo come segue:

-          Danza ginnastica: saggi d’Istituto, campionati studenteschi, Gymnaestrada, giochi di Istituto con giornata evento a fine anno

-          attività di gioco di squadra (pallavolo, pallamano): organizzazione di partite e di tornei interni, partecipazione a campionati studenteschi e tornei.

-          Corsa campestre, atletica leggera.

-          avviamento allo sci: tre giorni bianchi.

 

B-

Titolo del progetto

BREVE DESCRIZIONE

Trekking storico-artistico e in ambiente naturale

 

Il progetto vuole far conoscere agli studenti il territorio circostante la città di Carrara (Alpi Apuane, Lunigiana, 5 Terre, ecc.) con delle camminate di un giorno. Le uscite, che rientrano nel "turismo lento" oggi particolarmente valorizzato, verranno fatte in aree di valore sia storico-artistico che naturalistico, con una preparazione in classe, l'illustrazione delle emergenze del territorio visitato (da parte dell'insegnante, di apposite guide o degli stessi studenti), e un lavoro di sintesi finale.

Collaborare creando

Il progetto, in continuità con gli anni scorsi,   mira ad affiancare al curricolo scolastico degli alunni diversamente abili presenti nel nostro Istituto l'insegnamento delle cosiddette "abilità funzionali di vita". L’attività prevede l'utilizzo di metodologie basate sulla partecipazione attiva dei soggetti coinvolti, insieme a piccoli gruppi di compagni di classe, che permettano l'integrazione, la collaborazione, favorendo così la comunicazione, la socializzazione del singolo e la crescita collettiva.

Nella realizzazione di questo percorso educativo in ambito scolastico, l’Istituto si propone di trasformare l'aula, tradizionalmente intesa, in laboratorio vissuto come luogo di scoperta, di ricerca creativa in situazione di costante sperimentazione.

PEZ – Progetto Educativo Zonale

Il progetto si compone di 3 attività distinte:

1)         Un laboratorio teatrale finalizzato all’inclusione scolastica di alunni con disagio socio-culturale, alunni stranieri e disabili. I soggetti ammessi al progetto lavoreranno insieme ai compagni di classe per creare uno spazio espressivo attraverso lo sviluppo di linguaggi diversi da quelli convenzionali, inspirato alla collaborazione, al rispetto, alla valorizzazione delle diversità. L'inserimento di parti in lingua straniera (canti, brevi dialoghi) consentirà di rafforzare le abilità linguistico-espressive degli alunni coinvolti anche in L2.

2)         Attività di sportello psicologico: l’attività di sportello riguarderà docenti ed alunni in relazione alle problematiche di ascolto, autostima, comunicazione, relazione tra pari, relazione con gli adulti e di disagio di vario tipo. Potranno essere effettuati interventi rivolti anche all'intero gruppo classe.

3)         Attività di sportello pedagogico: una serie di interventi individualizzati finalizzati al potenziamento delle componenti metacognitive, di promozione delle abilità di studio (comprensione del testo, soluzione dei problemi, intelligenza numerica, analisi delle difficoltà scolastiche in direzione di un superamento e metodo di studio) e attività di orientamento scolastico.

Conferenze sull’alimentazione

Gli alunni del primo anno di tutti gli indirizzi saranno interessati ad una serie di incontri, in collaborazione con l’ASL, su una corretta alimentazione, un tema di estrema importanza in un periodo così difficile della crescita fisica, psicologica e culturale dei ragazzi. Verranno affrontati temi come l’anoressia e la bulimia e tutti gli altri argomenti per consentano agli alunni di avere piena conoscenza e consapevolezza che una corretta alimentazione consente un ottimale sviluppo del corpo e della mente.

Prevenzione alle dipendenze

Una serie di incontri riguarderanno tutti gli alunni delle seconde delle tre sedi. In collaborazione con ASSOCIAZIONI PRESENTI DENTRO E FUORI AL TERRITORIO PROVINCIALE, alcuni esperti presenteranno le varie dipendenze, alcool, tabacco, droghe, ludopatie, disordini da dipendenza internet, argomentando tutte le problematiche a cui possono andare in contro i ragazzi in un momento della crescita in cui sono relativamente fragili e disponibili ad esperienze trasgressive spesso foriere di future gravi problematiche. Gli interventi intendono rendere consapevoli e responsabilizzare i ragazzi su queste tematiche pericolose.

Corso BLS

Il corso BLS (Basic Life Support) è indirizzato agli alunni delle classi 4°, sarà tenuto da docenti esperti delle pratiche di primo soccorso che comprendono la rianimazione cardiopolmonare ed una sequenza di azioni di supporto di base alle funzioni vitali. Si prevede che al protocollo BLS venga aggiunta la procedura di defibrillazione BLS/D che è lo standard progressivo nei corsi di formazione per soccorritori.

Incontri con esperti e volontari sulla donazione

Gli incontri sono destinati a tutti alunni delle classi 5°. Esperti e volontari dell’associazione AVIS illustreranno agli alunni, anche attraverso la narrazione delle proprie esperienze personali, il senso e le modalità della <<donazione>>, cercando di sensibilizzare e coinvolgere gli alunni nello sviluppare un sentimento di partecipazione e di altruismo nei confronti di chi è in difficoltà o è più sfortunato.

Educazione stradale

Le classi 4° e 5° avranno la possibilità di assistere ad un incontro, dove esperti della Polizia Stradale illustreranno, anche con brevi filmati, quali sono i comportamenti da assumere quando si percorre la strada con qualsiasi mezzo di locomozione. Saranno affrontati tutti i temi che riguardano la sicurezza di guida, il rispetto delle nuove normative del codice della strada e le problematiche più comuni che si affrontano durante la guida dei veicoli.

Sportello di ascolto psico-pedagogico

A cura della Professoressa Rispoli, docente del nostro Istituto e Psicologa, è attivato nelle tre sedi uno sportello di ascolto psicologico a disposizione di tutti gli alunni. Lo sportello rappresenta un primo step per l’alunno che si sente in difficoltà e a disagio, non solo a scuola ma anche nella vita extrascolastica o in famiglia.

Le skills emotive e relazionali

Le classi prime parteciperanno a una rappresentazione teatrale dal titolo “Giulietta e Romeo tornano al liceo”, testo liberamente tratto dalla tragedia di Shakepeare “Romeo e Giulietta” e dalla commedia “Romeo e Giulietta paccavano eccome” di Mimmo Strati. Lo spettacolo racconta le dinamiche relazionali di una classe di liceo che, dovendo interpretare la celebre tragedia sheakespeariana, si troverà a rielaborarla e attualizzarla riscoprendone la vicinanza dei contenuti rispetto al vissuto quotidiano di un adolescente di oggi. Affettività, amicizia, rapporti tra pari e rapporti con i docenti, bullismo sono le tematiche principali che emergono da questa piece che è realizzata e interpretata da un team di giovani carraresi, tra cui anche alcuni ex alunni del nostro Istituto, e ha già riscontrato un buon successo di pubblico la scorsa primavera, come rilevato anche dai media locali.

Lo spettacolo verrà messo in scena nell’aula magna della scuola da parte della compagnia teatrale del Centro Giovanile Diocesano di Carrara e sarà preceduto da un’introduzione nelle classi da parte di uno Psicologo fornito dalla compagnia e attore nello spettacolo e sarà seguita da un momento di restituzione tenuto dalla Professoressa Ragaglini, docente del nostro Istituto e psicologa.

 

E’ possibile che ad alcune classi prime venga proposto il progetto No-Trap, a seconda della disponibilità dell’Università di Firenze che propone il progetto.

PEER ... STAR BENE A SCUOLA

[20 ore di formazione in orario pomeridiano solo per i DOCENTI]

“Peer education … per star bene a scuola” nasce dalle osservazioni di alcuni docenti dell’I.I.S. Montessori – Repetti e   dagli operatori ASL impegnati   da sempre in progetti di promozione del benessere a scuola svolti con la metodologia dell'educazione tra pari. Dall'analisi delle esperienze pregresse, è nata la consapevolezza del bisogno di un maggior coinvolgimento del corpo docente, nonché di una maggior attenzione e tempo da dedicare   alla formazione dei peer educators. Pertanto, con questo percorso a forte impatto esperienziale, si intende potenziare nel personale docente l’utilizzo di strumenti e metodologie utili a promuovere il benessere scolastico durante lo svolgimento delle attività curriculari e ad implementare percorsi di “empowered peer education” all'interno dell'istituto.

Scopo del progetto: creare una comunità di insegnanti che alleni le life skills durante le attività curriculari, ed implementi percorsi di “empowered peer education” per la promozione della salute degli studenti.

Obiettivi: allenare le abilità emotivo – relazionali degli insegnanti e aumentare le loro conoscenze relative alle metodologie di promozione del benessere, affinché: • progettino e attivino percorsi di “empowered peer education” all'interno dell'Istituto come metodologia strutturata per condurre le attività di promozione della salute; • progettino e attivino cambiamenti sostenibili all'interno delle attività curriculari per allenare le abilità di vita degli studenti.

 

 

 

 

Motore di Ricerca




I.I.S. "M. Montessori - E. Repetti"